Per molti di noi fare sport è un’attività scontata che può essere svolta ogni volta che vogliamo e dove vogliamo. Purtroppo però, per alcune persone anche fare del semplice sport può essere un aspetto da affrontare con attenzione. Mi riferisco ai malati di Sclerosi Multipla.

Oggi voglio aiutare tutte quelle persone che soffrono di Sclerosi Multipla a godere dell’attività sportiva ed è per questo che ho scritto questo articolo. L’idea è venuta fuori grazie al gruppo di allenamento che FitNest ha lanciato su Facebook. Lì, tra una discussione e un’altra, un ragazzo ci ha chiesto di scrivere un articolo su sport e Sclerosi Multipla. Ed è così che questo articolo è nato. Quindi, se anche tu hai curiosità o domande, non esitare ad entrare nel gruppo e a farle.

Tornando all’argomento principale, non è certo dei più felici ma è davvero importante da affrontare per tutti coloro che sono stati colpiti da questa malattia.

Che cos’è la Sclerosi Multipla?

La Sclerosi multipla è una malattia cronica demielinizzante del sistema nervoso centrale che solitamente colpisce i giovani adulti e può portare a disabilità fisica a causa di disfunzioni sensoriali e motorie. Tra i sintomi della sclerosi multipla ci possono essere:

  • problemi di equilibrio
  • difficoltà di coordinazione,
  • difficoltà nel controllo posturale
  • disfunzioni nella meccanica del passo

La debolezza muscolare e la fatica contribuiscono, inoltre, a ridurre la capacità di svolgere le attività quotidiane, figuriamoci quelle sportive.

Forse non tutti sanno che essere malati di Sclerosi Multipla comporta, in alcuni momenti, un grande senso di stanchezza che impedisce di svolgere le normali attività. Quindi, fare sport e attività fisica risulta essere davvero difficile.

L’attività fisica comporta un aumento della temperatura corporea e affaticamento che possono provocare malessere nelle persone affette da Sclerosi Multipla. Per questo motivo, per molti anni secondo i dottori l’attività fisica giocava un ruolo controverso sui malati di Sclerosi Multipla. Qualcuno la consigliava, altri no. Col tempo, in realtà è stato notato che i fastidi post-esercizio fisico sperimentati da molti pazienti sono soltanto temporanei e si esauriscono dopo circa mezzora dalla fine dello sforzo. Inoltre, contrariamente a quanto sostenuto fino a pochi anni fa, l’attività fisica per queste persone comporta tantissimi e rilevanti benefici.

Perché fare sport con la Sclerosi Multipla

Per prima cosa l’esercizio fisico migliora la forza muscolare, l’equilibrio, la resistenza alla fatica, diminuisce la disabilità e contribuisce al “buon umore”. Infatti, come scritto in questo articolo, l’attività fisica aiuta a combattere la depressione.

Facendo sport i malati di Sclerosi Multipla combattono anche l’infiammazione cronica che è tipica della patologia e, indirettamente, ne regolano l’intensità. Così facendo, oltre ad agire direttamente sulle conseguenze della patologia (i sintomi) si riesce a “controllarne” l’insorgenza.

Qui di seguito trovi le Linee Guida Canadesi per la gestione dell’esercizio fisico nella Sclerosi Multipla. I consigli che trovi scritti sono utili per adulti di età compresa tra i 18 e i 64 anni con disabilità fisica da minima a moderata e con dei sintomi in fase sia remissiva sia in peggioramento.

Inutile dire che, se sei malato di Sclerosi Multipla, fai bene ad informarti con post come questo ma devi rivolgerti a dei professionisti (medici sportivi o fisioterapisti). Loro ti aiuteranno a trovare la tipologia e la quantità di attività fisica per te appropriata. Se hai bisogno di un aiuto in questo, non esitare a contattare la pagina Facebook di FitNest. Sarà un piacere aiutarti.

Esempio di scheda di allenamento

A parte questa piccola parentesi, se sei fisicamente fuori forma, le attività a bassa intensità, frequenza e durata possono già darti dei benefici. Migliorando progressivamente il tuo livello di allenamento incrementa la durata, frequenza e intensità così come consigliato in questi punti:

tabella allenamento sport e attività fisica sclerosi multipla

L’attività aerobica e quella per la forza possono essere eseguite lo stesso giorno. Invece, è utile far riposare i muscoli almeno 1 giorno tra una seduta di forza e l’altra.

Se hai bisogno di una scheda specifica non esitare ad entrare nel gruppo di allenamento su Facebook e a chiedere informazioni e suggerimenti con un post (il link è più sotto). Troverai sicuramente le risposte che stai cercando.

Dove allenarti

Allenamento e rilascio endorfine

Ti starai chiedendo: dove posso allenarmi?

Il mio consiglio è di fare esercizi a casa tua. Perché? Perché è un ambiente che conosci, hai tutto ciò che ti occorre a portata di mano, eviti ansie o irritazioni e se dovesse esserci un’emergenza sai già come muoverti e cercare di risolverla.

Per finire ricordati comunque che questi sono soltanto consigliOgni persona è unica e come tale ha esigenze particolari. La Sclerosi Multipla è inoltre una patologia che porta a sintomi diversi per tipologia e intensità in ogni individuo ed è quindi ancora più importante, a volte, affidarsi a professionisti competenti, ascoltare il proprio corpo e avere buon senso di capire quando si sta esagerando ed è il momento di fermarsi.

Ora non hai più scuse, anche se hai la Sclerosi Multipla puoi e devi allenarti! Sono sicuro che nel giro di pochissimo tempo ne sentirai sicuramente i benefici!

Se vuoi saperne di più segui la pagina Facebook e unisciti al nostro gruppo di allenamento per avere spunti e suggerimenti.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto. Se credi possa essere utile ai tuoi amici perché non lo condividi su Facebook?

Infine, desidero ringraziare il Dott. Fisioterapista Federico Incerpi per aver collaborato alla scrittura di questo tanto importante quanto delicato articolo. Ringrazialo seguendo la sua pagina.