di Regina Vellei

Una volta le “fette di polistirolo“, come simpaticamente vengono chiamate le gallette, erano consumate da bodybuilder in preparazione di competizioni. Adesso invece sono diventate un alimento diffuso largamente non soltanto da chi vuole intraprendere una giusta alimentazione, ma anche da chi ama la praticità.

Si tende a scegliere le gallette per la facilità di digestione, per la leggerezza, per il basso apporto calorico, perché le possiamo inserire in qualsiasi pasto.

Sicuramente saprai già che le gallette non sono solamente quelle di riso, ed uno dei quesiti che ricevo più frequentemente è:

sono meglio le gallette di riso o quelle di mais?

La galletta di riso è fatta con un impasto di riso soffiato (vengono scaldati i semi ad alta pressione ) unito da collante alimentare essiccato. Ha un indice glicemico molto alto: infatti i valori nutrizionali su 100 gr sono pari alla norma di qualsiasi altro carboidrato: 367 kcal 1,3 grassi 79,9 carboidrati 8,3 proteine.

La galletta di mais invece ha valori leggermente superiori (per lo stesso peso circa 384 kcal, 1,2 grassi, 84 carboidrati, 7,4 proteine .

Ciò che cambia, se mettiamo a paragone pane e gallette, è il peso specifico: 100 gr di pane corrispondono a 270 kcal,100 gr gallette 370. Quindi mai mettere la stessa quantità per entrambi pensando che le gallette siano più leggere!

La galletta a differenza del pane non contiene glutine e può essere consumata da persone celiache o ipersensibili al glutine. Come si nota dai valori nutrizionali, le differenze tra i due tipi di gallette non sono rilevanti. Diciamo che la scelta è soggettiva per gusto ed oggettiva per prezzo. (Mais circa 1,5/ 2 euro Riso 69 cent) .

L’unico consiglio che mi sento di dare è di evitare le gallette di riso per i soggetti diabetici ed obesi a causa dei suo alto valore glicemico.

La raccomandazione è comunque quella di non abusarne vista la loro leggerezza, perchè sono carboidrati come altri e se seguite una dieta dettagliata meglio controllare il peso visto che cambiano in base al tipo che scegliamo (mais più’ piccola di quella di riso).

QUANDO MANGIARLE?

Sempre! Dalla colazione agli spuntini, passando per i pasti principali. Soprattutto sono usate dagli sportivi perchè hanno un rilascio lento di carboidrati. Uno spuntino ideale o colazione potrebbe essere gallette con marmellata (poca!!!!) o miele.

Chi invece le usa nei pasti principali possono essere usate come basi sfiziose.

Provate a schiacciare una fetta di avocado, aggiungete sale,  pepe,peperoncino un filo di olio e spalmate !

Oppure fiocchi di latte con noce moscata e pomodorini Pachino.

Chi l’ha detto che mangiare sano è noioso ed insapore? Ci vuole solo un po’ di fantasia…EQUILIBRATA!