“Posso dimagrire camminando e ottenere risultati concreti senza andare in palestra?” è la domanda che molte persone hanno fatto al Personal Trainer Alessandro sul nostro gruppo privato. La risposta è sì e in questo articolo cerco di spiegarti come dimagrire con 30-40′ di camminata al giorno.

La camminata costituisce un’eccellente attività aerobica di intensità media, senza urto né traumi per le articolazioni, quindi adatta anche a chi è in forte sovrappeso.  Accessibile a tutti, aiuta a tonificare il tuo cuore, migliora la tua salute cardiovascolare, tonifica il tuo corpo, ridisegna armoniosamente la tua silhouette – glutei, cosce, braccia, spalle – e ti aiuta anche ad eliminare lo stress accumulato.

La prima regola per dimagrire camminando è dunque ritagliarsi uno spazio di 30-40′, se non tutti giorni almeno 3 o 4 volte settimana, in cui isolarsi, compiere la camminata concentrati senza distrazioni (meglio lasciare il cellulare a casa) e con un buon buon ritmo. Quello che serve per dimagrire camminando è infatti una camminata veloce.

Che cosa si intende per camminata veloce?

Per camminata veloce si intende quella eseguita con una velocità dai 5 ai 6 Km/h, ma è giusto dire che il ritmo da sostenere dipende dall’età, dall’altezza e dal peso. La cosa importante è capire qual è il tuo ritmo normale, quale il ritmo sostenuto, così da poterti regolare e cercare di mantenere un ritmo più intenso più a lungo possibile.

Ecco 5 consigli da seguire per dimagrire camminando senza dover macinare decine di chilometri al giorno:

1) Attento alla postura

Cammina a testa alta e spalle indietro, lo sguardo dritto davanti a te, mantenendo il mento orizzontale a terra. Questa postura è fondamentale per non accusare dolori alla schiena e far lavorare correttamente tutte le parti interessate.

2) Usa le braccia

Forse non ci hai mai pensato, ma il movimento delle braccia è importante quanto il movimento delle gambe. Cerca di tenerle piegate e muovile seguendo il ritmo del passo. Sono dei veri e propri metronomi, in quanto scandiscono il ritmo del tuo allenamento e della tua respirazione. Oltre ad aiutarti a dimagrire camminando, un corretto utilizzo delle braccia stimola il lavoro degli addominali obliqui, quelli che rendono i fianchi snelli e sexy.

dimagrire camminando fitnest3) “Srotola” il piede durante la camminata

Il movimento del piede nella camminata come nella corsa è fondamentale sia per ottimizzare il lavoro muscolare ed evitare infortuni sia per bruciare più calorie. Per potenziare la tua camminata, il movimento del piede deve dividersi in 3 fasi: 1) appoggia bene il tallone a terra; 2) srotola tutto il piede; 3) spingi in avanti grazie alle dita del piede. La tua camminata diventerà molto presto più agile e veloce

4) Alterna salite e discese

Se si decide di intraprendere un percorso per dimagrire camminando, è importante mappare una serie di percorsi diversi per evitare di annoiarsi dopo sole poche sedute. Oltre a questo è fondamentale includere tratti in salita (magari è bene iniziare con piccole salite per poi affrontarne più impegnative): questo perché più la salita è accentuata, più brucerai calorie senza dover aumentare il ritmo.

5) Cammina in compagnia o porta con te il cane

L’ultimo consiglio che voglio darti per cercare di dimagrire camminando, è sostenere l’attività in compagnia di uno o più amici. Essere almeno in due renderà la tua seduta più motivante, superare te stesso e quindi bruciare più calorie. L’importante è saper scegliere un amico più bravo o più motivato di te. Oppure, se hai la fortuna di averne uno, porta con te il cane : camminerai senz’altro ad un passo sostenuto e per più tempo senza nemmeno rendertene conto.